CONFERENZA DI GATTI E MONTANARI A LECCO

Convegno-Lecco.jpg

Roberta Doricchi intervista Cristiano Lugli di Renovatio 21 in merito alla conferenza di sabato prossimo, 17 marzo, ad Airuno di Lecco

 

RD: Cristiano Lugli, siamo ormai vicini alla conferenza dei dottori Gatti e Montanari che si terrà ad Airuno di Lecco. Come è stata gestita l’organizzazione?

CL: In effetti mancano solo pochi giorni, e l’entusiasmo, specialmente fra i tanti genitori che già si sono iscritti da tempo, inizia a farsi davvero sentire. Non solo fra i genitori si percepisce, ma anche fra la stampa locale che, stranamente, ha pubblicato informazioni oggettive nell’interesse dei cittadini. Ovviamente tutto questo non sarebbe stato possibile senza la collaborazione sempre tempestiva della vostra associazione. Promotori dell’evento, infatti, sono Renovatio 21 e Ass.ne “Vita al Microscopio”, sempre in campo per il sostegno alle importanti ricerche dei nostri due dottori. Tuttavia, il grande merito dell’organizzazione logistica, va ad alcune mamme di Lecco che, dopo essere state presenti alla conferenza sempre da noi organizzata il 2 dicembre scorso a Modena, hanno preso contatti chiedendo di poter replicare in provincia di Lecco. Questo evento fa seguito a quello recentemente organizzato a Bergamo dalle mamme indipendenti.

 

RD: Pensa sia necessario organizzare tante conferenze così ravvicinate?

CL: Penso che l’informazione, specie in un mondo malinformato, non abbia necessità di essere limitata: non ci si informa mai abbastanza.

 

RD: Pare esserci stato un incremento di richieste nell’ultimo periodo, non trova?

CL: Poco tempo fa, il dottor Montanari mi fece presente che era stanco di fare conferenze poiché se la domanda è sempre altissima, l’offerta appare spesso inesistente: tutti vogliono tutto, subito e senza indugi. Nessuno però si rende conto di cosa voglia dire sacrificare i propri sabati, le proprie domeniche, le proprie giornate a rispondere alle domande a cui, più o meno, è stato già risposto migliaia di volte. Non nego però che un cambio di passo ci sia stato, ovvero: la domanda è aumentata ancora di più, ma pare che si sia capita l’importanza del sostegno alla ricerca. Le due conferenze più recenti – mi riferisco a Modena e Bergamo – hanno portato tantissime persone ma anche tantissime offerte devolute alla campagna iniziata dalla vostra Associazione per l’acquisto del Microscopio Elettronico. Questo è positivo, segno tangibile che la sveglia ha iniziato a suonare a volume più alto, per quanto ci sia ancora da lavorarci sopra. C’è poi qualcuno che invita i genitori ad andarsi a mangiare quella famosa pizza che io utilizzavo come esempio di rinuncia per aiutare, piuttosto, la ricerca. Per costoro Gatti e Montanari avrebbero assolto il loro compito e il microscopio, dunque, non servirebbe più a nulla. Davanti a cotanta ottusità non c’è altro da fare se non battersi i piedi tirando dritto, prendendo coscienza del fatto che abbiamo davanti persone completamente ignare – volontariamente o meno poco importa – della battaglia in cui ci troviamo oggi.

 

RD: Qualcuno continua a sostenere che Montanari chieda troppi soldi…

CL: Guardi, di cose se ne sentono parecchie. Purtroppo la gente fatica a capire che semmai fosse vero che Montanari chiede quintalate di soldi, non li chiede per comprarsi la racchetta da tennis nuova, o per acquistare la tuta da sub professionale, ma chiede che si sostengano le loro ricerche che servono a noi. Qui non ci rendiamo conto che si tratta di noi, non di Gatti e Montanari. Se vogliamo far sbroccare questo vaso di Pandora, allora è necessario capire che la ricerca della Verità, piaccia o non piaccia, ha un prezzo da pagare. In tutti i sensi!

 

RD: Quante persone prevede per la conferenza del 17 marzo?

CL: Ad oggi risultano iscritte 340 persone. Ci sono ancora pochissimi posti, ed ecco perché abbiamo messo gli ultimi biglietti a disposizione su Eventbrite, al seguente link:

https://www.eventbrite.com/e/gatti-e-montanari-nanoparticelle-ambiente-e-salute-tickets-44085374542

Consiglio perciò a tutti di garantirsi gli ultimi biglietti disponibili, per non rischiare di rimanere poi a bocca asciutta all’ultimo momento, sperando in disdette che magari non arriveranno.

RD: Nella locandina compare solo il nome del Dott. Stefano Montanari. Eppure abbiamo parlato anche della presenza della Dott.ssa Antonietta Gatti.

CL: Effettivamente è stata una bellissima sorpresa anche per noi: il Dott. Montanari pochi giorni fa ci ha comunicato che sarebbe stata presente anche sua moglie. Che dire? Prendiamo due piccioni con una fava: riuniamo scienza e matrimonio in un sol colpo!

RD: Cosa si aspetta da questo importante appuntamento?

CL: Mi aspetto, come credo tutti, tanta partecipazione e attenzione. So che saranno presenti diversi rappresentanti dell’ area lombarda: alcuni medici – il ché è sempre un piacere -, alcuni rappresentanti politici di diversi fronti e anche dei comitati di liberi cittadini che si battono per la difesa dell’ambiente. Questo denotata un fattore ben preciso e di gran lunga rilevante: le ricerche dei due scienziati non si limitano ad un determinato argomento, ma spaziano e si imperniano sulla difesa della civiltà, sulla bellezza del nostro Paese e sulla salute dei nostri figli. Renovatio 21 nasce in difesa di quel Miracolo che è la Vita, e lotta per la difesa e la ricostruzione di una civiltà fondata su principi retti e sani. Crediamo che sia questo il messaggio da portare alla gente, ragion per cui siamo sempre contenti di organizzare eventi che vedano protagonisti due persone che hanno speso la loro vita, la loro carriera e persino i loro soldi per aiutare gli altri. Ora, però, tocca a noi fare la nostra parte. Il tempo dei piagnistei è finito, così come il tempo per ricercare assistenzialismo comodamente seduti sui propri divani. Bisogna alzarsi in piedi e posizionare in modo corretto le due mani che Dio ci ha dato: una mettendola sulla coscienza; l’altra, di conseguenza, mettendola sul portafoglio. Aiutiamo la ricerca ad aiutarci!

RD: Grazie per la disponibilità, Cristiano, e per le informazioni forniteci.

CL: Grazie a “Vita al Microscopio” per l’instancabile lavoro che continua a condurre. Ci vediamo tutti a Lecco, vi aspettiamo!

 

 

Diffondi questo articolo

PinIt